In un appunto del 29 febbraio 1944 la Segreteria di Stato della Santa Sede esortava il superiore salvatoriano Padre Pancrazio Pfeiffer ad interporre i suoi buoni uffici a beneficio del giovane comandante dei Gap romani, tratto in arresto dai nazisti il 2 febbraio precedente.

«Signor Prevosto, venga con me e guardi questo soldato. Non le pare Mussolini?».

Il mistero della vita consiste nel cercare di trovare il giusto equilibrio fra il lavoro del cervello e l’energia del cuore.

Exit mobile version