Enzo Antonio Cicchino è nato a Isernia nel 1956. Allievo di Mario Benvenuti a Pisa. Assistente alla regia di Paolo e Vittorio Taviani e di Valentino Orsini. Documentarista, autore e conduttore televisivo di numerosi programmi di Storia. Ha lavorato otto anni a “Mixer” e venti a “La Grande Storia” di Rai3. Ha raccontato in video numerosi episodi inerenti il fascismo, la Creazione dell'Impero, Tracce dell'Architettura del Ventennio, Città Nuove sulle città di fondazione. Propaganda e Giovinezza sull'educazione e la cultura del Ventennio. Ed ancora ha narrato i molti segreti di Mussolini, tra cui quelli di la Marcia su Roma, Attentati, Misteri della morte, Trafugamento della salma. Nel 1995 ha creato il sito www.larchivio.com. Ha pubblicato un romanzo La Fonte di Mazzacane, un libro di racconti Centocelle di Nani; una trilogia per il teatro Prima dello specchio, editore La Rondine. Con Mursia ha pubblicato Il Duce attraverso il Luce (2010), Caccia all'oro nazista (2011), Correva l'anno della vendetta (2013), Il Carteggio (2016). Gerarchi (2019) più altri volumi di Storia con altri editori, tra questi Invasioni - MnM (2017).

L'interessante simposio promosso dall'Associazione EURECA Idee per l’Italia e L’Europa per ricordare la figura di Michail Gorbaciov.

Storie della Resistenza: Luigi Carissimi Priori ed il carteggio tra Mussolini e Churchill nella testimonianza di Gavino Puggioni.

Incontro con l'autore Fabrizio Volterrani ed il suo romanzo "ERMATI L'ALBERO DELLA VITA".

Il ricordo delle gesta di Gino Bartali nell'opera del maestro Marcello Panni.

I principali risvolti storici di questa antica struttura ripercorsi in questa videointervista con il Prof. Gennaro Rispoli.

Il mistero della vita consiste nel cercare di trovare il giusto equilibrio fra il lavoro del cervello e l’energia del cuore.

La ricostruzione storica di Valerio D'Angelo: la situazione attuale ed i possibili scenari futuri.

Esperienze di un ricercatore dell'Istituto Superiore di Sanità con il prof. Sergio Caroli.

La storia di un giovane convintamente fascista che alla fine scopre che il fascismo in cui ha creduto lo ha profondamente deluso, perché, in realtà, quel fascismo non esiste.

Exit mobile version