Avatar

Carlo Felice Casula

Carlo Felice Casula è nato a Ollolai (Nuoro) il 28 agosto 1947 e dal 2018 è professore emerito di storia contemporanea all’Università degli studi Roma Tre. Nel 1989 da ricercatore ha vinto il concorso nazionale per professore ordinario e, per dodici anni, ha insegnato storia contemporanea, storia moderna e storia della pubblica amministrazione e governo locale nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Cagliari, dirigendo l’Istituto politico internazionale. Richiamato dall’Università Roma Tre ha insegnato storia contemporanea, storia sociale, storia del lavoro e storia della pace, presiedendo il corso di laurea e dirigendo il Master internazionale in scienze della cultura e della religione. Dal 2003 al 2010 ha insegnato anche storia delle relazioni internazionali e Pace e guerra nel mondo contemporaneo presso la Link Campus University of Malta in Rome, svolgendo le funzioni di Programme Leader del BA, MA in International Studies. È stato anche membro dell’Unesco History Project; e dell’ILO Century Project. Nel 2018 è stato nominato professore emerito di storia contemporanea e continua a insegnare storia del lavoro. Dirige la collana “Insegnare il Novecento” della Casa editrice Anicia. La sua produzione scientifica ha riguardato la storia sociale, politica, culturale e religiosa dell’Ottocento e del Novecento. Conta oltre 250 monografie e saggi pubblicati con tutte le maggiori case editrici e in riviste prestigiose, senza tenere conto degli articoli pubblicati sui quotidiani cui ha collaborato (L’Unità, Paese Sera, L’Unione sarda, L’Osservatore Romano). Diversi saggi sono stati tradotti in lingua francese, spagnola, portoghese, inglese. È il caso del libro curato assieme a Giovanni Maria Vian: Agostino Casaroli, Il martirio della pazienza. La Santa Sede e i paesi comunisti 1963-89 (Einaudi 2000). Tra le sue pubblicazioni, Da credenti nella sinistra. Storia dei Cristiano Sociali 1993-2017 (Il Mulino 2019); Salvatore Setta, Lettere a Piero Calamandrei 1939-1956 (Il Mulino 2000). Al cardinale Tardini ha dedicato un’ampia e fortunata monografia, Domenico Tardini (1888-1961). L’azione della Santa Sede nella crisi fra le due guerre (Studium 1988). Ha collaborato a diversi programmi culturali della RAI e alla realizzazione di film documentari e fiction: Roma occupata; Le Passioni dell’accademia; Il 1948 in Italia; Quel giorno di aprile; Tormenti di Furio Scarpelli; Il generale dei briganti.
3 Articoli
adbanner